Un venerdì dedicato alle femme fatale

GLNN-2015-25settembre

Il Festival GialloLuna NeroNotte di Ravenna si appresta ad affrontare un lungo weekend di appuntamenti. Ricco e articolato il programma di venerdì 25 settembre. Si parte alle ore 18 a Casa Melandri (via Ponte Marino, 2) con un triplice incontro con l’autore: Annamaria Fassio (“Tesi di Laurea”, Meridiano Zero”, e “Delitti in gialli”, Mondadori), Alessandra Selmi (“La terza (e ultima) vita di Aiace Pardon”, Baldini/Castoldi), Divier Nelli(“Coma”, Gallucci Edizioni).

Alle 20.30 il Festival si trasferisce al Mariani Lifestyle (via Ponte Marino, 18) per la manifestazione di chiusura della terza edizione del Concorso letterario “GialloLuna NeroNotte” per racconti inediti, organizzato insieme alla prestigiosa collana “Il Giallo Mondadori”. Dieci i finalisti di questo 2015. Interverranno Franco Forte, direttore dei periodici da edicola di Mondadori (Giallo, Urania, Segretissimo) e la scrittrice Annamaria Fassio. Sempre in questa occasione sarà consegnato anche il nuovo Premio GialloLuna NeroNotte a un personaggio che si è distinto per il proprio impegno nella diffusione della letteratura e, in modo più ampio, della cultura popolare. La serata proseguirà poi con la cena di gala (a pagamento, per info e prenotazioni tel. 0544 215206) e musica dal vivo a tema.

Annamaria Fassio è nata a Genova ed è una fra le “madrine” storiche di GialloLuna NeroNotte, che infatti segue e aiuta fin dal 2006; è per altro nella giuria di qualità del concorso per racconti inediti, realizzato in collaborazione con “Il Giallo Mondadori”. Prima di approdare definitivamente all’insegnamento, ha svolto lavori diversi, compreso quello di tecnica istologa all’Università. Adesso è in pensione; e scrive a tempo pieno. Le sue grandi passioni, oltre la letteratura, sono il cinema e la musica. Vincitrice del Premio Tedeschi 1999 con il romanzo “Tesi di Laurea”, dove esordisce la coppia composta da Erica Franzoni e Antonio Maffina. Ha poi pubblicato, sempre nella collana del Giallo Mondadori, dodici romanzi. Erica è tornata anche nel racconto “La donna cannone”, pubblicato nell’antologia “Delitti in giallo” (Il Giallo Mondadori Extra, n.23, agosto-settembre 2015). Dice dei suoi personaggi: Con la casa editrice Fratelli Frilli ha realizzato ‘Come torrenti di pioggia (2006) sugli anni di piombo; e “I giorni del minotauro” (2008), oltre all’antologia del giallo femminile “Donne e crimini”. Da segnalare “Ribelli” (edito da Le Mani, 2011), storia romanzata della resistenza a Genova. È stata ospite di GialloLuna NeroNotte anche nel 2010, quando ha  partecipato con un racconto all’antologia “Sorrisi di gatto” (Pa.Gi.Ne Edizioni), ora acquistabile anche in formato ebook. Annamaria Fassio è stata pubblicata anche in Germania.

Alessandra Selmi è nata a Monza, dove vive, nel 1977. Ha esordito nell’editoria giornalistica come redattore per le testate “Vogue Sposa” e “Vogue Bambini”. È editor freelance per alcune case editrici milanesi: a oggi, ha lavorato a oltre duecento libri, tra narrativa e saggistica, sia italiani sia stranieri. Dalla sua esperienza è nato il pamphlet “E così vuoi lavorare nell’editoria. I dolori di un giovane editor” (Editrice Bibliografica, 2013). Scrive per il settimanale “Confidenze” e per svariate testate online. Collabora come cultore della materia con la cattedra di Tecniche di Creatività Pubblicitaria all’università IULM di Milano. “La terza (e ultima) vita di Aiace Pardon” (Baldini & Castoldi, 2015) è il suo primo romanzo, che aveva scritto in realtà prima del saggio.

Scrittore, editor e consulente editoriale, appassionato di musica e cinema (“e di tutta l’arte in genere”), Divier Nelli è nato nel 1974 a Viareggio, dove vive e lavora. Collabora con quotidiani ed emittenti televisive private, occupandosi di cultura e cronaca nera. È autore dei romanzi “La contessa” (2002), “Falso Binario” (2004), che hanno come protagonista il maresciallo dei carabinieri Franco Di Martino (Passigli Editori). È  poi arrivato “Il lungo inganno”, scritto a quattro mani con Leonardo Gori (Hobby & Work, 2009). E, ancora, Amore dispari” (2013) e “Coma” (2014), per Gallucci Editore. Nel 2005 ha dato vita, assieme ad altri nove scrittori, al progetto La vita addosso, un laboratorio di scrittura all’interno della Comunità di accoglienza del Ceis di Lucca, che ha portato alla pubblicazione del volume La vita addosso, 9 scrittori raccontano 9 vite estreme (Fernandel, 2006). Suoi racconti sono stati pubblicati nelle antologie “Fez, struzzi e manganelli” (Sonzogno, 2005), “Delitti in provincia” (Guanda, 2007; Tea 2009);“Camicie Rosse. Storie Nere” (Hobby & Work, 2011); Seven, 21 storie di peccato e paura” (Piemme, 2010); “Drugs” (di cui è anche curatore. Guanda, 2011); “È tutta una follia” (Guanda, 2012); “Decameron 2013” (Felici Editore, 2013); “Delitti di Ferragosto” (Newton, 2014); “Delitti in vacanza” (Newton, 2015). Ha riscritto “Il mio cadavere” di Francesco Mastriani (Rusconi libri, 2011), considerato il primo romanzo giallo italiano. Dal 2010 è direttore di una sezione della Narrativa. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Europa.

La partecipazione a tutti gli appuntamenti (tranne la cena) è gratuita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...